sabato 17 maggio 2014

Crolla...non crolla...crolla...non crolla...crolla...crolla crolla.

La dea bendata sorride ai Cittadini di Monte San Giovanni Campano spesso e volentieri; ci ha assistito a Colli con la frana arrivata fin sotto le fondamenta delle case, ci ha assistito nel Capoluogo in seguito a crolli che fecero un ferito, ci assiste nel capoluogo con le case pericolanti, ci ha assistito a Porrino con il crollo di un rudere, ci ha assistito a Ruirate con la frana ecc. ecc. Ora però ci deve continuare ad assistere perchè c'è un problemino oramai "storico" nel muro di cinta della piazza di Corte nel Capoluogo.





 Quella che era una crepa seppur vistosa è aumentata in larghezza tanto da destare preoccuppazione.
Tempo fa fu segnalato il problema all'Ufficio Tecnico (si fa per dire) e si è perso il conto degli articoli sui giornali cartacei e online che furono pubblicati nel merito e che misero in risalto il problema ma non c'è stato nessun intervento in quanto l'area non è stata neppure transennata.





Ora apro il toto scommesse sul casca e non casca o almeno sul tempo che impiegherà a cadere il muro con l'azzardo di una data indicativa: Primavera 2015 salvo che i Magnifici responsabili per la sicurezza pubblica intervengano prima.
Oramai non c'è neppure più bisogno del terremoto a Monte San Giovanni Campano perchè basta l'incuria e il menefreghismo per mandare tutto in rovina.





Nessun commento:

Posta un commento