domenica 2 novembre 2014

Monte San Giovanni Campano - Richiesta alle minoranze di interrogazione al Sindaco di Monte San Giovanni Campano in Consiglio Comunale

INTERROGAZIONE Al Sindaco di Monte San Giovanni Campano in Consiglio Comunale.
 Monte San Giovanni Campano contribuisce fattivamente al problema Provinciale e Nazionale della Depurazione che sta portando l'Italia verso l'infrazione UE che ci costerà circa 715.000,oo euro al GIORNO. L'adeguamento del sistema di depurazione DEVE essere realizzato entro il 2015 pena il pagamento della multa all'Unione Europea. Ma quale è la situazione a Monte San Giovanni Campano? Il Comune seppur interpellato per iscritto NON ha mai dato risposte sullo stato dei depuratori e sulle autorizzazioni allo scarico nei corsi d'acqua. Al posto suo ha risposto l'ARPA Lazio che candidamente ha asserito di conoscere solo due depuratori sul territorio Comunale e precisamente quello di Porrino e quello di Poldo. Gli altri depuratori anche essi costruiti con i soldi pubblici e poi dati in affidamento ad ACEA ATO 5 sono SCONOSCIUTI all'ARPA LAZIO.





Da lì nacque la segnalazione alla Magistratura con i due procedimenti presso le Procure di Cassino e Frosinone. A compimento dell'opera e del silenzio del Comune di Monte San Giovanni Campano c'è il Depuratore Intercomunale già finanziato dalla Regione Lazio con un progetto da 12.000.000,oo di euro circa; parte di quei soldi consistenti in 625.000,oo euro sono già stati utilizzati per il Comune di Anagni destinati a completare il loro depuratore. Nell'ultima riunione del 14 Luglio 2014 il Sindaco Veronesi ha votato il piano degli investimenti e gli aumenti tariffari correnti ma da NESSUNA parte è spuntato fuori il finanziamento già ottenuto per il Depuretore Intercomunale e dopo più di 100 giorni da quella riunione non c'è segno tangibile di uno straccio di piano degli investimenti per Monte San Giovanni Campano. Siccome c'è questo Santo e per forza di cose così è la festa uno non pretende che ACEA ATO5 venga ad investire soldi a Monte San Giovanni Campano anche perchè non lo ha fatto dal 2004 e figuriamoci ora ma quantomeno PRETENDERE di spendere soldi già finanziati e che potrebbero andare persi definitivamente per inutilizzo se già questo non è accaduto pur ritrovandoci i tecnici ACEA a far misurazioni per una fognetta di poco conto a Scaccia.





 Tralascio la maleducazione e il comportamento poco corretto nella mancata risposta a chi chiede lumi su un servizio che è PAGATO ma non posso tralasciare che questo argomento venga completamente ignorato dopo che sono stati stanziati soldi per realizzare il Depuratore Intercomunale che risolverebbe i danni Ambientali cagionati dalla sua assenza. Una serie di domande meriterebbero risposta: Ma l'Amministrazione Comunale che interesse ha per tacere su un finanziamento e sui depuratori? Perchè tace sulla sparizione di tanti soldi? Come mai l'Amministrazione delle tasse non si è battuta e non si batte per far realizzare quell'Opera Pubblica che apporterebbe sicura occupazione sul territorio? Domande che al momento NON hanno risposta per i Cittadini che pagano la depurazione ma che la sciano trapelare un chiaro disegno politico OCCULTO. Da questo post e tramite contatto diretto CHIEDO alle minoranze in Consiglio Comunale di presentare una interrogazione al Sindaco Veronesi: Quante volte è stato presente ed ha votato alle Assemblee dei Sindaci che hanno preso decisioni per la gestione del Servizio Idrico Integrato tanto per mettere fine ai manifesti e alle chiacchiere da BAR. Quale provvedimento è stato preso nel supremo interesse dei Cittadini nei riguardi del Depuratore Intercomunale già finanziato dalla Regione Lazio e svanito nel nulla.

Nessun commento:

Posta un commento