giovedì 9 aprile 2015

Una batteria che impiega un minuto per ricaricare lo smartphone e un passo da gigante per l'Off Grid



Tra le varie aspirazioni degli attuali scienziati in campo tecnologico, sicuramente la corsa alla batterie di nuova generazione si fa agguerrita. Ma per adesso sono gli scienziati statunitensi ad aver fatto passi avanti, sperimentando una nuova tipologia di batterie a basso costo, con una lunga durata, flessibili, costruite in alluminio.

 Oltre a queste caratteristiche, assicurano gli scienziati USA, che il tempo di ricarica sarà meno di un minuto. I ricercatori, che hanno rilasciato numerosi dettagli della loro scoperta sulla rivista "Nature", hanno detto che la nuova batteria agli ioni di alluminio ha il potenziale per poter sostituire le batterie agli ioni di litio, utilizzate in milioni di computer portatili e telefoni cellulari.
Una delle nuove capacità di queste nuove batteria agli ioni di alluminio, è la possibilità di essere ricaricate in meno di un minuto, senza che quest'ultima si surriscaldi con il rischio di esplosione, ciò che invece purtroppo accade a volte, con le batterie agli ioni di litio, provocando anche seri danni a persone e cose. I ricercatori hanno cercato a lungo una soluzione alternativa alle attuali batterie al litio, fino a quando si è provato a sviluppare una batteria di alluminio, un metallo leggero e relativamente poco costoso con una elevata capacità di carica elettrica.
Un team guidato dal professore di chimica Hongjie Dai, presso la Stanford University in California ha fatto un passo avanti con la scoperta del tutto accidentale! Infatti per puro caso, fu scoperto che la grafite è un buon partner per alluminio. In un prototipo costruito alla Stanford University, l'alluminio è stato usato per fare l'anodo caricato negativamente, mentre la grafite è stata impiegata come materiale per il catodo caricata positivamente. Gli scienziati inoltre hanno spiegato che il prototipo costruito ha avuto una ricarica del tutto inedita, meno di un minuto per una capacità totale di circa 2400mh
Le batterie al litio, possono essere molto pericolose ha commentato Hongjie Dai, e se messe sotto pressione possono anche esplodere o bruciare. Assicura Dai, che le nuove batterie agli ioni di alluminio sono totalmente sicure, anche se bucate, piegate, schiacciate, non entrano in combustione. A dispetto dell'attuali batterie al litio, che hanno una durata di circa 1.000 cicli di ricarica prima che la sua capacità totale inizi a scendere, causando una minore resistenza e quindi un minor tempo per i nostri device; la nuova batteria agli ioni di alluminio è stata in grado di effettuare circa 7.500 cicli di ricarica, prima che la sua capacità effettiva ne risentisse. Hongjie Dai, si è spinto oltre, ha spiegato che queste batterie oltre a poter essere utilizzate per gli smartphone, videocamere, ecc…, ha ipotizzato che potranno essere usate per immagazzinare energia rinnovabile sulla rete elettrica.

Nessun commento:

Posta un commento