martedì 2 giugno 2015

La matematica smentisce i politici - Le elezioni regionali vinte solo dalla LEGA -

Tutti i politici Italiani dicono di aver vinto le elezioni regionali del 2015 quando in realtà hanno visto vincere  la Lega .
Oltre 2 milioni di voti in meno per il Partito democratico, 893mila voti persi per il MoVimento 5 Stelle e 840mila lasciati per strada da Forza Italia. Sul fronte opposto la Lega, che ha riscosso 256mila preferenze in più e aumenta del 50% il numero dei voti ricevuti. Sono i risultati del confronto fatto dall’Istituto Carlo Cattaneo di Bologna su dati del Ministero dell'Interno utilizzando i risultati elettorali dei maggiori partiti nelle sette regioni chiamate alle urne con quelli ottenuti alle elezioni Europee del 2014 . L’analisi, che si concentra sul numero assoluto di voti, evidenzia  un’emorragia per tutti  maggiori schieramenti  politici anche rispetto alle elezioni politiche del 2013. Una tendenza attribuibile anche al calo generale del livello di partecipazione al voto, che in nessuna regione ha raggiunto il 60%, soglia superata nel 2010 in  tutte e sette. Nel marasma del disinteresse dei Cittadini La Lega fa eccezione e registra un progresso del 50% rispetto al numero dei voti ricevuti nel 2014 . Quanto al M5S, il movimento di Beppe Grillo ha visto sprofondare il numero dei voti assoluti   del 60% rispetto all’exploit del 2013, una differenza che vale 1,9 milioni di voti mentre rispetto al 2014 i voti in meno ricevuti sono stati ben 893.541 pari alla differenza percentile del - 40,4%.



pd-1
m5s-2 



fi-3

La Lega, infine, è l’unico grande partito che aumenta i propri consensi: +402.584 rispetto a quelli delle elezioni politiche del 2013 e +256.803 rispetto alle Europee.


Nessun commento:

Posta un commento