domenica 21 giugno 2015

Un dito per la vita




Un dito per la vita


Un dito salverà la vita di molti automobiisti. O, quantomeno, moltissime patenti.
Da alcuni anni l'NHTSA, il potente ente americano di controllo della sicurezza stradale sta sperimentando, in collaborazione con unadecina di case automobilistiche , un innovativo dispositivo elettronico che controlla il livello alcolemico del sangue di chi si mette al volante: individuata una quantità di alcool eccessiva (e incompatibile con la legge) il veicolo non si avvia.
Già esistono dispositivi simili in commercio ma non raffinati come questo nuovo DADSS (Driver Alcohol Detection System for Safety). Infatti il nuovo sistema prevede due sensori: uno "tradizionale", un etilometro a fiato installato sulla portiera o a ridosso del volante che non costringe il guidatore a soffiare in una simil-cannuccia bensì analizza "l'atmosfera" attornil sedile di guida ( a Roma la definirebbero "fiatella" ); il secondo, e qui è la vera novità, è un dispositivo ad infrarossi sul quale poggiare il dito: la pelle di quest'ultimo verrà analizzata. Il sistema infatti analizza l’alcol nei capillari; la misurazione inizia inviando una luce a infrarossi sulla pelle del guidatore, che penetra nei tessuti rilevando tutte le sostanze chimiche presenti nell'epidermide e oltre . Il dispositivo analizza (per ora, ndr) solo le lunghezze d’onda specifiche delle molecole dell'alcool, compiendo più misurazioni al secondo per evitare falsi allarmi .
Per non permettere a qualche furbacchione che possa farsi "prestare" il dito da un amico sobrio l'NHTSA sta valutando l’integrazione del DADSS con rilevatori posizionati nell’abitacolo, in maniera da escludere ogni tentativo di aggirare il sistema. O almeno a provarci.
Prima dell'introduzione obbligatoria su tutti i veicoli in vendita negli Stati Uniti la fase di sperimentazione durerà altri cinque anni , usufruendo dei veicoli governativi e dei rispettivi autisti; infatti per evitare ogni contenzioso è indispensabile che il sistema, oltre che semplice da usare, sia praticamente infallibile e solo con test oltremodo prolungati si può ottenere questo obiettivo . da dotcar.it

Nessun commento:

Posta un commento