venerdì 21 agosto 2015

La casa ecologica nella Regione Lazio risparmia anche sugli oneri concessori

La casa ecologica è sinonimo di risparmio energetico.
L'obiettivo della bioedilizia è quella di realizzare abitazioni in buona armonia con l'ambiente, capaci di risparmiare, già in fase di progettazione sugli oneri concessori almeno nella Regione Lazio, sia per quanto riguarda l'utilizzo dei materiali da costruzione, sia per quanto riguarda la produzione e il consumo di energia. Dal tetto alle fondamenta, la casa ecologica per essere tale deve rispondere a detrminati criteri costruttivi che corrispondono in linea di massima a quelli richiesti per la Certificazione energetica.

 Ecco quali:
in bioarchitettura e bioedilizia vengono utilizzati tetti e pareti isolanti realizzati con materiali naturali come il sughero, la fibra di legno o di cellulosa, la perlite, la fibra di cocco, il cotone, la lana, la canapa, il lino e il vetro cellulare. La  casa ecologica deve essere costruita con materiali isolanti naturali e tutta la struttura dell' abitazione deve essere coibentata con pannellature di fibra di legno, per ottenere un ottimo isolamento termico ed acustico,

Cappotto termico con pannelli di sughero
con doppi telai per i serramenti e doppi o tripli vetri.  Per la verniciatura interna ed esterna la bioedilizia prevede l'utilizzo di vernici naturali ed ecologiche e la cucina solitamente predispone già di vari scomparti dove fare
la raccolta differenziata rifiuti ( carta, plastica, vetro, alluminio e metalli, umido, rifiuti speciali come pile e medicinali scaduti e infine rifiuti non riciclabili.
Per la produzione di acqua calda la casa ecologica utilizza collettori solari con pompa di circolazione e collettori solari con serbatoio integrato a circolazione naturale. L' uso di questi collettori solari per la produzione di acqua calda sono molto indicati in quanto i tempi di ritorno economico sono veloci rispetto alla durata dell' impianto.
In bioarchitettura un'attenzione  importante è dedicata al risparmio acqua: riduttori di flusso applicabil a qualsiasi rubinetto o doccia, impianto di raccolta e utilizzo delle acque piovane .
La presenza di  un forno solare a concentrazione in grado di arrivare a temperature fino a 250° garantisce una cottura dei cibi con il massimo rispetto per l'ambiente.
La produzione di elettricità avviene mediante sistemi di pannelli solari, pannelli fotovoltaici e generatori eolici, sistemi ibridi e per gli elettrodomestici come frigo, lavatrice, televisione e hi-fi; l'illuminazione, in corrente continua o alternata a basso consumo energetico, si ottiene tramite alimentazione dal fotovoltaico, dall' eolico e dal solare termico.
Stili di vita e scelte a favore del risparmio energetico.

Le attuali principali fonti energetiche sono ancora basate sull'utilizzo di combustibili fossili (carbone e petrolio), con i conseguenti danni ambientali e alla salute ampiamente dimostrati.
Favorire e sviluppare le fonti energetiche rinnovabili è compito che spetta  anche ai singoli cittadini che possono avere un ruolo importante e determinante in  favore dell'ambiente iniziando proprio dalle nuove case.


Il risparmio energetico in ambiente domestico è infatti possibile subito, con poche semplici azioni:
 non lasciare accese le lampadine nelle stanze in cui non sei presente
  regola il termostato a 18-19° e indossa un maglione: in inverno non serve girare per casa in costume, aspetta l'estate!
appena puoi, installa caldaie a condensazione e sostituisci gli infissi
   non lasciare tv e stereo in stand-by: quasi il 30% della bolletta elettrica è imputabile ad elettrodomestici, impianti stereo e/o computer inutilizzati
   usa lampadine a risparmio energetico: durano 10 volte più a lungo e consumano fino all'80% in meno. utilizza sempre lavastoviglie e lavatrice a pieno carico: si usa la stessa quantità  d'acqua che con un carico ridotto.
  Regola le temperature di lavaggio, quando puoi, a 30°, regola la temperatura del tuo frigorifero tra 2 e 4 gradi centigradi: non serve congelare i cibi, per quello basta il freezer!

Nessun commento:

Posta un commento