lunedì 5 ottobre 2015

La doglianza - BASTA CON L'ACQUA RAZIONATA!

Che il Blog Free Monte sia un punto di riferimento per tante famiglie è fuori luogo! questo diario di tanto in tanto riporta anche lo spaccato della vita di tutti i giorni e tra i tanti episodi che avvengono a Monte San Giovanni Campano colpisce il risentimento di molte famiglie che si sono stufate di avere l'acqua razionata. Colpiscono le frasi: "Siamo in quattro con 500 litri di acqua al giorno perchè quando al mattino c'è l'acqua noi siamo a lavoro e i bimbi a scuola" ...anche... "E' andata meglio nel mese di Agosto perchè stavamo a casa e potevamo gestire meglio la situazione" ...ancora..." Il Comune dovrebbe modificare il regolamento edilizio e permettere l'installazione dei serbatoi sui tetti del Capoluogo perchè in case come la nostra si sono potuti installare solo serbatoi da 500 litri" ...e continuano... "Se si mette la lavatrice e si fa il bagno ai bambini poi si rischia di rimanere senza acqua per la casa e per i bisogni personali" e dopo... "Perchè dobbiamo bere l'acqua del serbatoio se la paghiamo così cara" ed infine... "Il sazio non crede al digiuno". Riflessioni che dovrebbero far meditare sulla condizione subsahariana in cui sono costrette a vivere le famiglie dove  alla carenza idrica  viene aggiunta la beffa! Non solo c'è l'acqua razionata senza alcun preavviso in quanto l'ultimo avviso di razionamento è stato emanato per l'estate passata ma subentra anche il fatto che TUTTE le famiglie hanno dovuto sopportare la spesa per installare il serbatoio per l'acqua e la necessaria pompa di sollevamento che produce la pressione necessaria per far funzionare gli elettrodomestici (lavatrice, scaldabagni, caldaia per il termosifone quando si abbassa la pressione e lavastoviglie) come si sono dovute accollare le spese per la modifica dell'impianto idraulico e la manutenzione del serbatoio di stoccaggio.



Come nel film Lawrence d'Arabia

Di fatto ed è incontrovertibile  che questo tipo di gestione molto approssimativo è inequivocabilmente "insostenibile" perchè obbliga ad un aumento del consumo energetico e all'acquisto di acqua imbottigliata con aumento della quantità di nettezza urbana e dei suoi costi che in un circolo VIZIOSO tornano sempre nelle spese delle famiglie anche sotto forma di tasse come l'IVA applicata all'energia elettrica e la TARI. Se poi si guarda l'aspetto Ambientale c'è da dire che gli aumenti del consumo di energia elettrica e  di acqua imbottigliata in bottiglie di plastica producono l'aumento della CO2 equivalente che manco a dirlo si ripercuote sempre sui CITTADINI sotto forma di inquinamento.
I politici dormono sonni tranquilli con i loro accordi  contratti con   il gestore idrico e i Cittadini  sopravvivono su un lago immenso di acqua potabile. Ironia della sorte nelle profondità della terra Monticiana c'è tanta acqua potabile e la gente in superficie ne soffre l'assenza.


Nessun commento:

Posta un commento