domenica 25 settembre 2016

Monte San Giovanni Campano - Panem et circenses -

Panem et circenses e con questo rappresento la sintesi delle aspettative "lazzare" della popolazione e il massimo dell'aspirazione politica in questo luogo. Ci vogliono pure le sagre e le manifestazioni per distrarre la popolazione dalla tassazione inadeguata e dai problemi che gli amministratori arrecano quotidianamente alla popolazione ma le Istituzioni locali accanto a questi interventi "elusivi" dovrebbero prevedere programmi concreti per lo "sviluppo umano" che comprende quello economico, le aspettative di vita in buone condizioni e il reddito . Vorrei ricordare che il Comune è un ente formatore, deve avere la capacità di attirare finanziamenti pubblici e privati, deve proporre iniziative relative all'economia circolare che è finanziata dall'Unione Europea, deve fare investimenti per l'housing sociale dedicato agli anziani e dovrebbe realizzare infrastrutture per l'accoglienza turistica di base . La promozione di nuove forme di turismo diverse da quello religioso che è fallito miseramente con un danno di immagine incalcolabile e una visione più evoluta della vita eviteranno lo sperpetuo del circolo chiuso di gente , di denaro e la grettezza mentale. In buona sostanza il comune dovrebbe avere il compito di fare in modo che i soldi e i visitatori abbiano un bilancio centripeto positivo e che non si commetta l'errore di sempre del circolo vizioso di gente che si sposta da una frazione all'altra. E' dimostrato che i visitatori per apportare beneficio debbono venire da fuori paese tanto è vero che l'internaziolizzazione del turismo è finanziata dall'Unione Europea. Le istituzioni locali debbono avere l'esclusivo compito di dettare le linee guida per attirare i visitatori con la promozione di nuove forme di turismo (parchi avventura, percorsi enogastronomici di qualità realizzati professionalmente da strutture fisse , applicazioni web per cellulari che spiegano le bellezze architettoniche e naturalistiche, l'infopoint dove esporre e vendere tuttii prodotti locali, la Denominazione Comunale di produzione(De.Co) , la caratterizzazione del territorio per le produzioni presenti ad esempio Porrino per la norcineria e Colli per l'olio EVO, la creazione dell'Alta mobilità urbana, circuiti virtuosi per la produzione di energia diffusa, corsi di pittura, di scultura, corsi base per il restauro dei mobili antichi, promozione delle arti perdute ecc ecc senza intervenire con uomini e mezzi nella realizzazione di eventi, sagre e fiere perchè questo compito è demandato ai comitati promotori. L'intervento pubblico diretto nella realizzazione degli eventi che non può essere scandalosamente di parte oltre ad essere oneroso per la popolazione diventa anche la dimostrazione pratica dell'inefficienza e dell'incapacità dei promotori. In buona sostanza c'è l'assoluta necessità di creare il "tessuto" ricettivo di base capace di attirare i visitatori dall'esterno del territorio e poi organizzare gli eventi ed usarli come cassa di amplificazione. Le passerelle politiche per magnificare la disponibilità del personaggio politico e le sue qualità fantasmagoriche a quel punto potranno essere realizzate tranquillamente e alla popolazione dotata di neuroni funzionanti gli eventi non appariranno come il solito contentino dal conto amaro.


Parco Avventura



domenica 4 settembre 2016

MSGC - Abbandono dei rifiuti e littering

L'abbandono dei rifiuti solidi urbani, di quelli speciali pericolosi e non pericolosi associato al fenomeno del littering hanno indotto Fare Verde dapprima ad organizzare e a partecipare a ben 10 giornate di Clean Up e contemporaneamente ad una serie di denunce che non ha precedenti storici per numeri e qualità. Gli ingombranti, l'eternit, i RAEE, i rifiuti speciali, i chewing gum, le bottiglie e le lattine, i pneumatici, le confezioni di bevande, i pezzi di carta e di vetro, i mozziconi di sigaretta, i sacchetti di plastica, gli avanzi di cibo, gli imballaggi ecc ecc sono rifiuti gettati via impropriamente e illegalmente su suolo pubblico e anche privato senza che vi si presti nessuna attenzione.
Purtroppo quest’incivile abitudine di gettare rifiuti dove capita senza curarsi dell’ambiente rappresenta un fenomeno in crescita, legato a uno stile di vita improntato all’usa e getta sempre più diffuso. Le ripercussioni però sono assai pesanti: inquinamento ambientale, degrado e danno estetico, effetti sulla qualità di vita, nonché elevati costi diretti di igiene urbana. In tanti Cittadini manca il senso civico, altri non hanno ricevuto le giuste informazioni su come smaltire legalmente i rifiuti come mancano le strutture necessarie per smaltire legalmente alcune tipologie di rifiuti (Isola Ecologica) e il regolamento per la Raccolta Differenziata. Fare Verde per i motivi sommariamente esposti il 1° Settembre  ha iniziato la "Campagna contro l'abbandono  dei rifiuti" con una serie di comunicati stampa e con l'affissione del primo manifesto che sostanzialmente è un avviso pubblico. Il 1° manifesto della Campagna contro l'abbandono dei rifiuti  indica il numero verde 800 440797 della società che cura l'igiene urbana da chiamare per conferire gli ingombranti e i RAEE.
Il 2° Manifesto riporta lo slogan della Campagna  e la frase: "I rifiuti li abbandonano i criminali".

Il terzo manifesto è dedicato alle scuole ed indica precisamente il "senso civico" che dovrebbero avere tutti nel rispetto dell'Ambiente, della Natura e della Biodiversità.

Fare Verde per i manifesti che dovranno essere affissi tra il mese di Ottobre e Dicembre 2016 chiede suggerimenti diretti alle Associazioni presenti sul territorio, alle Scuole, alle Aziende e ai Cittadini. Se c'è qualcuno che vorrà inviare le proprie idee lo faccia tranquillamente anche se il contenuto dovesse risultare irriverente nei confronti di chi abbandona rifiuti o di chi non bonifica i siti di discarica. Basterà inviare una e mail a fareverde.msgc@gmail.com
Post pubblicato per gentile concessione di Fare Verde Onlus - Provincia di Frosinone.