domenica 30 aprile 2017

L'immondizie da Roma la mandano in Ciociaria al grido di onestà.

La strana coerenza Ambientale del Sindaco di Roma è ad esclusivo danno della Ciociaria. Con tono trionfalistico una testata online della provincia di Frosinone e precisamente Tg24 info ha pubblicato l'articolo: Colleferro – Il sindaco Virginia Raggi contro l’apertura degli inceneritori. Nell'articolo: " Il sindaco Virginia Raggi in linea con il Piano Rifiuti Zero vuole dismettere gli impianti attuali e crearne uno per i “materiali post-consumo”, una sorta di fabbrica dei materiali come luogo del riuso. Tutto ciò partecipando come socio minoritario della società che detiene l’impianto. La sua intenzione infatti è quella di partecipare al bando per ottenere in gestione il polo, dismettere gli impianti attuali e quindi crearne uno per i “materiali post-consumo”. Il fatto strano è il seguente ed è senza ombra di ragionevole dubbio una incoerenza di spessore tanto è vero che in tempi record è stata attuata la politica a 0 STELLE: «Acea deve prendere i rifiuti di Roma negli impianti di compostaggio e aumentando quello che tuttora prende l’inceneritore di San Vittore del Lazio. D’altronde è di una società a maggioranza del Comune di Roma e deve lavorare anche per i cittadini romani. È già stato chiesto ad Acea». Il fatto: In tempo record è stata riattivata la terza linea dell'inceneritore di San Vittore del Lazio in cui il Comune di Roma è socio di maggioranza e allo stesso tempo viene propinata alla popolazione l'eventualità e neppure la certezza di dismettere l'inceneritore di Colleferro dove il Comune di Roma non conta un amato cavolo perchè socio di minoranza. Questa è la politica Ambientale del Sindaco di Roma che vuole zero rifiuti a Roma per fare della Provincia di Frosinone la sua pattumiera. E' evidente che in Ciociaria troppa gente ha la testa solo per separare le orecchie.

Nessun commento:

Posta un commento