sabato 6 giugno 2015

Free Monte riporta il post di Fare Verde Onlus - Acqua razionata alla popolazione mentre ACEA e COMUNE la perdono nei fossi

Acqua razionata alla popolazione mentre Acea e Comune la perdono nei fossi

A seguito dell'Ordinanza n.9 del Maggio 2015 con la quale il Sindaco di Monte San Giovanni Campano, esaudisce il desiderio di ACEA di addossare le responsabilità alla popolazione per l'interruzione del flusso idrico, FARE VERDE Monte San Giovanni Campano ha inviato una nota di protesta al Sig. Prefetto di Frosinone e al Presidente della Provincia di Frosinone nel merito del servizio di fornitura idrica gestito da ACEA.


Nei fatti il Sindaco di Monte San Giovanni Campano oltre ad addossare le responsabilità per l'interruzione del servizio idrico esclusivamente ai cittadini di Monte San Giovanni Campano ha promesso loro multe e denunce nel caso di un non meglio specificato uso improrio dell'acqua potabile. E' andato comunque OLTRE proibendo alle attività commerciali di destinare l'acqua potabile ad usi che non siano strettamente inerenti alla garanzia dell'igiene e salute pubbliche come ha proibito di dare l'acqua agli animali. Fare Verde è basita dopo le innumerevoli segnalazioni fatte al Comune sulle perdite dell'acquedotto comunale e ricorda al Sindaco che Monte San Giovanni Campano è sotto infrazione UE per la depurazione delle acque, NON rispettosa delle leggi vigenti sul territorio della Regione Lazio e della Repubblica Italiana, che ci ha fatto conoscere in Europa  come paese di zozzoni e non contenta oltre a ricordargli che l'acquedotto è un colabrodo gli annuncia sulla stampa che chiederà un'ordinanza specifica per ACEA e sul suo uso approssimativo del servizio di fornitura idrica che interrompe il flusso di acqua potabile alla popolazione.
Come mero contorno a queste doglianze FARE VERDE ha realizzato in data 6.6.2015 ben due segnalazioni di perdite pregresse dell'acquedotto comunale che comunque non sarebbero neppure servite visto l'enorme repertorio di perdite segnalate. La prima perdita  in località La Lucca attiva  da ben 15 giorni
 e la seconda in località Carbonaro attiva da 7 giorni.

 Si avvisa comunque che altre segnalazioni di perdite sono in realizzazione in quanto nella giornata di domani FARE VERDE sarà sul territorio per verificarne altre  inviate dai Cittadini che sono stufi di essere maltrattati e considerati scellerati.
Per ultimo: Accusare la popolazione e colpevolizzarla di responsabilità altrui oltre ad essere disdicevole mostra la vera "anima" di chi ha ricevuto il mandato di difendere i CITTADINI.
Fare Verde Monte San Giovanni Campano

Nessun commento:

Posta un commento