giovedì 18 dicembre 2014

Assessore o scrittore di fantascienza?

Sul quotidiano Il Nuovogiorno alcuni giorni fa è stata riportata l'intervista dell'Assessore ai Lavori Pubblici di Monte San Giovanni Campano con una serie di notizie DIVERSAMENTE VERE tali da far accapponare la pelle. Più che le esternazioni di un Assessore che dovrebbe rappresentare le Istituzioni si è trattato di un riassunto relativo al suo romanzo di Fantascienza. Dichiarazioni rese sullo stato dei lavori al Parcheggio Multipiano S. Giusta che non sono state prese in nessun conto neppure dal giornale visto che ha titolato l'articolo "Parcheggio, eterna incompiuta.




L'Assessore romanziere non ha tenuto conto però  di essere sotto l'attenta osservazione dell'Associazione Ambientalista Fare Verde riconosciuta dal Ministero dell'Ambiente che prontamente ha smentito di sana pianta le dichiarazioni rese invitandolo a tornare nei ruoli Istituzionali di correttezza e di rispetto per i Cittadini Contribuenti.
Come stanno i fatti reali? Il parcheggio è stato realizzato con una parte mancante del progetto iniziale e precisamente è stata decurtata la rampa di accesso carraia di forma elicoidale che avrebbe dovuto condurre le auto ai piani superiori senza nessuna indicazione del denaro NON speso e che sarebbe servito per costruire l'imponente struttura di accesso.
Nei fatti e si allega copia conforme del progetto originale manca la parte contrassegnata con la croce di colore rosso mentre la linea arancione evidenzia l'assenza del muro che avrebbe dovuto sostenere l'accesso al parcheggio.




 Circostanza provata dalla foto aerea prodotta dall'Associazione Fare Verde Onlus che tutela l'Ambiente , di seguito  pubblicata, e che mette in  evidenza sia la mancanza della rampa elicoidale che del muro di sostegno previsti nel progetto originale.



Dunque l'assessore non si sa per quale motivo ha asserito sul quotidiano che il progetto ha rispettato il costrutto originale quando non è assolutamente vero.
L'assessore nella sua intervista diversamente vera asserisce poi nella circostanza su  una presunta trattativa con il proprietario del terreno ma anche questa dichiarazione risulta fantasiosa perchè il 14.6.2014 il Comune di Monte San Giovanni Campano ha rigettato qualsiasi accordo con il proprietario confinante adducendo di voler procedere con l'esproprio. Lettera non pubblicabile nel rispetto della privacy.
Restano ancora delle cosine omesse dall'assessore ma che non sono sfuggite all'Associazione Fare Verde Onlus come ad esempio le prescrizioni imposte dal MIBAC per l'intera opera e la salvaguardia di un arco in stile gotico del 1600 che si trova proprio sulla stradina che dovrebbe consentire il solo accesso pedonale alla struttura. 
La domanda dopo tutte queste notizie diversamente vere è la seguente: Perchè l'Assessore ai Lavori Pubblici di Monte San Giovanni Campano si è buttato in un'avventura senza ritorno quando sapeva benissimo di essere sotto attenta osservazione? La risposta a questa domanda la potrà dare solo lui ma certo è che non ha fatto una bella figura con i suoi elettori prima e con tutti i Cittadini dopo la sua intervista LONTANA dai doveri Istituzionali.

Nessun commento:

Posta un commento