giovedì 22 maggio 2014

IL 31 MAGGIO 2014 - GIORNATA ECOLOGICA NEL CAPOLUOGO DI MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO ma è un settore ZOPPO quello dei rifiuti se non viene associato all' ENERGIA e all'AGRICOLTURA SOTENIBILI

Il Comune di Monte San Giovanni Campano il 31.Maggio. 2014 organizza la giornata ecologica per la raccolta degli ingombranti nel Capoluogo promuovendo così quell'Educazione Ambientale di cui si parla ormai da almeno tre anni.
E' disdicevole che vengano abbandonati rifiuti in ogni dove quando c'è un servizio gratuito per la raccolta degli ingombranti.
Basta comporre il numero verde  800440797  per conferire gli ingombranti in modo totalmente gratuito in quanto questa modalità  è prevista per contratto con la società di raccolta dei RSU - Sangalli.
Abbandonare come nella foto gli ingombranti costa e potrebbe costare molto di più se colti sul fatto di abbandonarli o ad incendiarli.






Certo è che qualsiasi alibi verrebbe a cadere se il nostro Comune si dotasse del REGOLAMENTO per la differenziata, se si dotasse dell'ISOLA ECOLOGICA ed infine se ampliasse a tutto il territorio la Raccolta Differenziata dei Rifiuti. Tutto questo appena descritto va però di pari passo e contemporaneamente con altri due importanti settori delle economie locali che sono precisamente: 1) Produzione di Energia diffusa e Agricoltura Sostenibile.
L'Agricoltura gioca un importantissimo ruolo sia nella riduzione dei rifiuti che nel loro smaltimento in quanto circa il 30% dei rifiuti è compostabile. Potrebbe essere immesso nei terreni dopo il periodo di maturazione in compostiera e procurare un taglio netto della spesa pubblica relativa ai rifiuti variabile dal 25 al 30% circa che equivalgono in soldini a circa 350.000 euro annui per il nostro Comune e quindi per le nostre bollette.
Per quanto riguarda l'energia diffusa poi è lampante che nel momento in cui c'è Agricoltura sostenibile c'è anche necessità di energia in quanto essa la consuma ma allo stesso tempo può produrla con modalità alternative (fotovoltaico, micro biogas ed eolico) e tutto quanto è scritto si traduce in investimento e produzione che corrispondono poi a lavoro diretto e indotto che tradotto in soldini equivalenti per le 4500 famiglie di Monte San Giovanni Campano si traduce in svariati milioni di euro che potrebbero essere direttamente finanziabili in meno di TRE ANNI RIDUCENDO la quantità dei rifiuti facendoli arrivare pian pianino a RIFIUTI ZERO  lasciando tali e quali le bollette come sono. Di fatto il nostro Comune riducendo drasticamente i RIFIUTI si ritroverebbe una enorme liquidità e potrebbe quindi  elargire FINANZIAMENTI  DIRETTI e lavoro invertendo la direzione del flusso economico che va in discarica nelle tasche dei Cittadini trasformando quindi il nostro territorio in una centrale  diffusa di ENERGIA alternativa procurando benessere ed entrata di denaro alle famiglie.
 Questo è Territorio Zero ma per fare questo ci vogliono persone che lo pensano e soprattutto quelle capaci di realizzarlo. Ah! NON C'E' ALTRA VIA e sfido chiunque a proporne una migliore.




Nessun commento:

Posta un commento